Detrazione fiscale

RIFACIMENTI COPERTURE CON DETRAZIONE FISCALE DEL 55%

La TECNOCOPERTURE S.r.l. propone alla sua clientela la possibilità di eseguire interventi di riqualificazione delle coperture rientrando nella detrazione fiscale del 55% prevista nella legge Finanziaria 2010.

Sempre attenti agli aspetti riguardanti il miglioramento tecnologico ed ecologico proponiamo interessanti soluzioni per il rifacimento delle Vostre coperture. Sfruttando la nostra esperienza, siamo in grado di progettare soluzioni molto interessanti per l'abbattimento dei costi di esercizio riguardanti le coperture. Proponiamo soluzioni per aerazione ed illuminazione naturale, sfoghi calore, smoke-out, evacuazione fumi e calore, installazione impianti tecnologici ,  ecc...

Seguendo le linee guida della normativa e della Finanziaria 2010 abbiamo riscontrato quanto segue:
Con l'introduzione della detrazione fiscale del 55% introdotta dalla legge finanziaria del 2007, lo Stato italiano ha voluto incentivare tutti gli interventi sul patrimonio edilizio esistente atti a riqualificarlo in termini di consumo energetico. Anche per tutto il 2010 è possibile avvalersi degli sgavi fiscali che vengono di seguito esposti: 

  • Chi ha diritto ad usufruire della detrazione fiscale del 55%
    1. Persone fisiche.
    2. Società semplici, società in accomandita semplice ( s.a.s. ), società in nome collettivo ( s.n.c. ), e imprese familiari, non titolari di reddito d’impresa, che sostengono le spese per l’esecuzione degli interventi di riqualificazione energetica su edifici esistenti, su parti di essi, immobili esistenti di qualsiasi categoria catastale, anche rurali, detenuti o posseduti.
    3. Soggetti titolari di reddito d’impresa che sostengono spese per lavori di riqualificazione energetica su edifici esistenti, su porzioni di essi o su edifici esistenti di qualsiasi categoria catastale, anche rurali, posseduti o detenuti. 
       
  • Lavori di riqualificazione energetica che danno diritto ad usufruire delle agevolazioni fiscali del 55%
    1. Isolamento di coperture con materiali dotati di forte potere isolante per ridurre la trasmissione di calore.
    2. Sostituzione di infissi con altri di nuova concezione in grado di garantire un migliore isolamento termico.
    3. Sostituzione di vetri doppi su infissi esistenti con relative guarnizioni di tenuta maggiormente isolanti.
    4. Installazione di pannelli solari fotovoltaici
    5. Isolamento a cappotto di pareti: isolamento sia dal lato interno che esterno o della camera d'aria in murature a cassavuota
    6. Sostituzione di caldaia con altra di ultima generazione in grado di abbattere del 20 % l'indice di prestazione energetica
       
  • Come poter ottenere le agevolazioni fiscali del 55 %
    1. Eseguire uno o più interventi di miglioramento energetico sopra riportati
    2. Saldare l'ammontare dei lavori eseguiti per mezzo di bonifico bancario riportanto il proprio codice fiscale e/o p. iva., facendo riportare in fattura l'ammontare di importo relativo alla manodopera. Se manca tale specificazione decade il diritto di detrazione fiscale.
    3. Redazione da parte di un tecnico attestante il beneficio ottenuto con i lavori di riqualificazione energetica sostenuti.
    4. Effettuazione di asseverazione che provi la conformità dell'intervento alle prescrizioni di legge. Attestazione o qualificazione energetica
    5. Invio all' enea ( www.enea.it ) della documentazione firmata in originale

I soggetti aventi titolo che intendono avvalersi delle agevolazioni fiscali possono usufruire di una detrazione fiscale pari al 55% delle spese sostenute per l'esecuzione dei lavori, da spalmare ad arbitrio del richiedente in quote annuali uguali per un numero di anni variabile da tre a dieci, a seconda del reddito.
La legge ammette altresì la detrazione sempre del 55 % degli oneri tecnici sostenuti per interventi sopra descritti nonché della certificazione o qualificazione energetica.
Ai soggetti che si apprestano ad effetuare uno degli interventi di cui sopra viene concessa una detrazione d’imposta, pari al 55% delle spese sostenute per l’effettuazione degli interventi, da ripartire a scelta irrevocabile del contribuente per quote uguali in numero non inferiore a tre e non superiore a dieci. La scelta deve essere fatta dal contribuente all’atto della prima detrazione. 

Per maggiori informazioni potete consultare : 
"DECRETO MINISTERIALE DEL 26 gennaio 2010"
Aggiornamento del decreto 11 marzo 2008 in materia di riqualificazione energetica degli edifici.
(10A01747)   (GU n. 35 del 12-2-2010 )